In forma con il BOOT CAMP

Per eliminare i chili di troppo ecco una proposta veramente tosta: il boot camp, un allenamento ispirato alle esercitazioni dei Marines.

Come eliminare i vizi delle feste velocemente

Panettone, cioccolatini e torroncini hanno lasciato il segno?

Nessun problema!!!

Con alcuni esercizi di boot camp, elimineremo tutte “le prove” dei vizi che ci siamo concesse durante le feste.

Si sente parlare molto del boot camp, ma precisamente di che cosa si tratta?

Il significato letterale è “campo di addestramento”. È un allenamento a circuito sviluppatosi in America dove, invece di darsi appuntamento in palestra, ci si incontrava nei parchi per svolgere attività sportiva seguiti da istruttori fitness. Essendo nato come attività outdoor, non necessitava di particolari attrezzature e, come carico, veniva utilizzato il peso corporeo. La maggior parte dei circuiti erano progettati in un modo da spinge i partecipanti a superare i loro limiti, proprio per questo motivo, oltre al fatto che alcuni esercizi erano “rubati” all’addestramento dei marines ed i parchi si trasformavano in veri e propri campi di addestramento.

Queste lezioni di fitness, in breve tempo, sono cresciute in popolarità perché offrivano un nuovo modo per allenarsi a basso costo, in modo efficiente (in quanto si lavora con tutto il corpo) e stimolante (gli esercizi sono divertenti ed impegnativi) .

Inoltre, malgrado la relativa brevità delle sessioni (45-60 min.), i risultati, grazie all’elevata intensità di lavoro, sono “miracolosi” (in verità sono “sudati” fino all’ultima goccia!!!).

Recentemente, il boot camp è sbarcato anche in Italia dove molte palestre propongono la versione indoor, in quanto, fino a poco tempo fa, lo si preferiva all’allenamento outdoor.

Saranno bastate queste poche righe introduttive per capire come questa pratica possa essere l’asso nella manica per eliminare i danni causati alla linea dalle feste appena trascorse. Oltre all’effetto dimagrante e rassodante, il boot camp è “magico” anche per il morale: se praticato all’esterno, poi, gli effetti benefici si moltiplicano in quanto l’aria fresca e il sole regalano alla pelle un colorito unico, segno di una perfetta ossigenazione di tutti i tessuti.

… ma se non si ha la possibilità o la voglia di svolgere l’allenamento outdoor, anche il tappeto di casa può trasformarsi in campo di addestramento!

Ecco qualche idea per comporre una sessione di allenamento, ma attenzione: gli esercizi sono tosti e l’impegno fisico è elevato, quindi è bene fare quello che ci si sentite, arrivare al limite senza superarlo, la prossima volta si farà sicuramente meglio!

RISCALDAMENTO

Se siete all’aperto niente è meglio di una corsetta di 10 minuti per riscaldarvi. Se invece il vostro campo di addestramento è la vostra casa, allora potete scegliere tra 10 minuti di cyclette (molte sono abbandonate nei garage: è ora di togliere la polvere ed utilizzarle!!!), 10 minuti di salto con la corda (un attrezzo spettacolare: costa pochissimo ed è utilissimo per scaldarsi, bruciare grassi, coordinare i movimenti, aumentare l’elasticità …) oppure marciando sul posto aumentando di minuto in minuto l’ampiezza dei movimenti e la loro velocità per i primi 5 minuti, successivamente potete fare finta di avere la corda e saltare per i restanti 5 minuti.

LAVORO A CIRCUITO

PRIMO ESERCIZIO: SQUAT CON SALTO

 

La partenza è un “banalissimo” squat, che si rivela essere il momento di “carico” per effettuare un salto. L’atterraggio è nuovamente in squat. Nessuna pausa tra un salto e l’altro. Penso che 15 salti siano più che sufficienti per iniziare.

SECONDO ESERCIZIO: GINOCCHIA AL PETTO

Mani a terra, portate un ginocchio verso il petto senza che la punta del piede si appoggi a terra. Con un salto, cambiate la gamba di appoggio e portiate l’altro ginocchio al petto. In caso l’esercizio sia troppo difficile, lo si può rendere più facile appoggiando la punta del piede a terra. 10 salti per gamba possono essere la “giusta partenza”.

TERZO ESERCIZIO: SPIDERMAN PUSH-UP

 

Una divertente alternativa ai soliti push-up (le “flessioni”).

Ginocchia a terra (altrimenti sarebbe veramente troppo faticoso), eseguite un piegamento sulle braccia e contemporaneamente portate un ginocchio al rispettivo gomito (flesso). Ritornate nella posizione di partenza. Eseguite l’esercizio prima da una parte, poi dall’altra. 6 piegamenti per ciascun braccio.

QUARTO ESERCIZIO: JUMPING JACKS

Il nome non vi dirà nulla, ma l’esercizio è famosissimo!!! Sono quei salti che si effettuano aprendo e chiudendo contemporaneamente braccia e gambe. Non essendo difficili, fatene 50, uno dietro l’altro.

QUINTO ESERCIZIO: ADDOMINALI COMPLETI.

  

  

In piedi, scendete con la schiena a terra allungando le braccia al di sopra della testa. Alzatevi (senza aiutarvi con le braccia, ma facendo lavorare gli addominali), incrociate quindi le gambe e tornate nella posizione di partenza. Sembra facile ma … 15 ripetizioni sono il numero giusto per iniziare.

Ok! Primo giro finito!!!

Se pensate di non farcela più, fermatevi e fate qualche esercizio di stretching, se invece avete ancora un po’ di energia, ripartite!!! Si può riprendere dalla parte aerobica “pura” ovvero dalla corsa (o corda/marcia), intensificando la sforzo aumentando la velocità, oppure dal primo esercizio proposto per la versione “light”.

A voi la scelta su quante volte ripetere il circuito.

Ultimate sempre la sessione di lavoro con un po’ di stretching.

Eseguendo il circuito almeno 3 volte a settimana, l’effetto killer per i vizi delle feste è assicurato!

Pubblicato al link: http://www.piusanipiubelli.it/benessere/fitness-sport/boot-camp-eliminare-chili-di-troppo-messi-su-con-feste.htm